SOLE E VIT. D - ALLEATI PREZIOSI PER L'UOMO di Marina Morale

Aggiornamento: 22 ott 2021

L’elioterapia, dal greco Elios (Sole), è una scienza naturale che cura attraverso l’esposizione ai raggi solari.

Grazie al dottor Arnold Rikli, medico svizzero noto anche come "il dottore del sole", nacque a Trieste, a metà del 1800, il primo istituto elioterapico europeo.

Già gli antichi romani la praticavano nei loro solarium costruiti nelle loro antiche ville, e per i greci era uso praticare la ginnastica, a corpo nudo, sotto i raggi del sole.


I benefici del Sole sono moltissimi; il più importante processo avviene attraverso la cute, in quanto l’elioterapia favorisce la trasformazione della vitamina D, che viene prodotta attraverso l’esposizione solare, nella sua forma attiva D3.

La vitamina D favorisce la giusta proporzione di calcio e fosforo importanti per favorire l’emopoiesi, processo che genera nuove cellule del sangue. Insieme alla vitamina K2 collabora per rinnovare l’apparato scheletrico, favorendo una buona e sana crescita, e anche dei buoni denti (importanti per la masticazione) e favorire una buona digestione. La vitamina D, quindi, è importante per rinforzare il sistema immunitario, per attivare la circolazione e il sistema neurovegetativo, e stimolare l’appetito. Tale vitamina è sinergica con altre sostanze e partecipa a importanti reazioni biochimiche e la sua carenza è correlata ad un grande numero di patologie.


Le cure con il Sole sono anche una pratica essenziale per depurare l'organismo e ha un’importante influenza sul microbiota intestinale (l’insieme di microrganismi, organizzati in comunità complesse, che colonizzano l'intestino). La Vitamina D mantiene una corretta omeostasi intestinale, allontanando i "batteri cattivi" all'interno del microbiota (Campylobacter, Enterococcus faecalis, Staphylococcus, Clostridium, Proteus, Veillonella, ecc.) e favorendo la proliferazione dei “batteri buoni” (Lactobacillus acidophilus, Lactobacillus bulgaricus, Lactobacillus termophilus e Bifidobacterium, Eubacterium, ecc.).

Anche le ghiandole sudoripare, grazie all'intervento del sole, lavorano per l'eliminazione dei materiali di scarto, tenendo sempre sotto controllo l'equilibrio idrosalino dell'organismo.

Abbiamo detto che gran parte della Vit. D si riceve dal sole, ma se non si ha la possibilità di stare al sole, allora in questo caso entra in gioco una buona e corretta alimentazione. Questo accade sempre più spesso, perché oggi purtroppo si tende a trascorrere le giornate in ambienti chiusi e privi di illuminazione naturale, come le scuole, uffici, ospedali, ecc. Ma bisogna dire che la vitamina D indotta dal sole risulta maggiormente idonea rispetto a quella assunta con l’alimentazione.


Negli anziani tutti sanno che l’apporto di Vit. D3 è importantissimo perché le ossa diventano sempre più fragili e deboli e la loro massa si assottiglia, ma non tutti sanno, forse, che per avere ossa robuste, denti sani, e prevenire l’osteoporosi, vitamina K2 (ne parleremo in un altro articolo e dare la giusta importanza anche a questa vitamina, importante anch’essa per la prevenzione e la salute di ognuno di noi) e D3 andrebbero prese insieme. Sappiamo quanto sia importante monitorare l’umore degli anziani, e quindi l’ esposizione al Sole per questa fascia di età così delicata è vitale, dato che questa preziosa vitamina incide non solo sull’ apparato scheletrico ma anche sulla riduzione dell’ansia e la depressione, attivando la serotonina.

Concludendo, possiamo dire che l’esposizione ai raggi del sole non può che essere benefica e fondamentale nella prevenzione di moltissime malattie. Non mi soffermo sulle controindicazioni che leggo spesso in rete, ma affermo soltanto che un’ energia così potente come il Sole e questa meravigliosa terapia non possono che far bene a tutti noi, e bisogna dimostrare saggezza, come in ogni cosa.

Per alcuni esperti le cure con l’elioterapia si dovrebbero ricevere in zone di montagna, dove lo spettro è più ricco di ultravioletti (sono i raggi ultravioletti che attivano la Vit. D) e altri sostengono la riva del mare, ma la cosa importante è che non bisogna dimenticarsi di esporsi ai raggi solari, ogni giorno della nostra vita.

Nel caso di soggetti sani e per la prevenzione basta esporsi negli orari giusti e ricevere la luce solare in una buona parte del corpo scoperta. Nel caso di malattie conclamate, affidarsi a centri dove si pratica l’elioterapia. In Italia ne esistono diversi, basta fare un’ accurata ricerca in rete.

In Italia non esiste la figura dell'elioterapeuta, ma medici specializzati o persone esperte di metodi naturali, come i naturopati, si dedicano a questa bellissima disciplina, e grazie alle loro amorevoli cure si possono raggiungere risultati eccezionali per il corpo e la psiche.



13 visualizzazioni0 commenti